Articles

Sedano Utilizzato come una Medicina | Archives | Aggie Orticoltura

Sedano Utilizzato come una Medicina

Sedano (Apium graveolens) è creduto per essere la stessa pianta come selinon, citato nell’Odissea di Omero circa 850 B. C. la Nostra parola “sedano” deriva dal francese celeri, che deriva dall’antica parola greca. I vecchi nomi romani, così come quelli in molte lingue moderne, derivano dalla stessa parola radice e suonano notevolmente simili. Ciò indica un’ampia distribuzione e uso del sedano piuttosto recente.

Smallage, una pianta ora coltivata nei giardini per scopi aromatizzanti, è apparentemente sedano “selvatico”, la pianta che è stata conosciuta come sedano nei paesi mediterranei per migliaia di anni. Il sedano selvatico cresce in luoghi umidi in Europa, nelle terre del Mediterraneo, in Asia Minore, nel Caucaso e a sud-est verso l’Himalaya. Si ritiene che abbia avuto origine nell’area mediterranea. Gli scritti cinesi del 5 ° secolo dopo Cristo lo menzionano.

Gli europei hanno “addomesticato” il sedano selvatico

Il più antico record della parola celeri è in un poema del 9 ° secolo scritto in Francia o in Italia, dando gli usi medicinali e i meriti della pianta. Quando la sua cultura nei giardini fu iniziata nel 16 ° secolo in Italia e nel nord Europa, era ancora una pianta primitiva, come la piccola età, ed era usata solo per scopi medicinali.

In Francia nel 1623 fu registrato per la prima volta l’uso del sedano come cibo. Per circa cento anni dopo il suo uso alimentare fu limitato agli aromi. In Francia e in Italia, verso la metà del 17 ° secolo, i piccoli gambi e le foglie venivano talvolta mangiati con un condimento all’olio.

Tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo, in Italia, Francia e Inghilterra, sono state osservate le prime evidenze di miglioramento del tipo selvaggio. I giardinieri hanno anche scoperto che gran parte del sapore troppo forte potrebbe essere eliminato, rendendo i gambi migliori per l’uso dell’insalata, coltivando le piante a fine estate e in autunno, quindi mantenendole in inverno.

Verso la metà del xviii secolo in Svezia, le famiglie più ricche godevano del lusso invernale del sedano che era stato conservato nelle cantine. Da quel momento in poi, il suo uso come lo conosciamo oggi si diffuse rapidamente. Non sappiamo quale gruppo di coloni europei lo portò in America, o quando, ma quattro varietà coltivate furono elencate qui nel 1806.

Per tutto il 19 ° secolo in America, in Inghilterra e in gran parte d’Europa, si riteneva necessario sbollentare la parte commestibile verde del sedano per liberarlo dal sapore spiacevolmente forte e dal colore verde. Questo è stato fatto bancando le piante con il suolo. Alcuni tipi, come Pascal e Utah, che rimangono verdi quando sono pronti per mangiare, sono ora considerati della migliore qualità.

Molte varietà cosiddette “easy-blanching” o “self-blanching” sono apparse negli ultimi 50 anni. Generalmente, questi tipi auto-blanching sono di qualità inferiore alle migliori varietà verdi, ma possono essere coltivati con successo in condizioni meno favorevoli di suolo e clima.

Il sedano rapa, o sedano rapa, è un tipo che forma un corpo notevolmente ingrandito, solido, più o meno globulare appena sotto la superficie del suolo. Non è usato crudo, ma è particolarmente adatto per l’uso in zuppe e stufati.

Il sedano rapa è stato sviluppato dalle stesse specie selvatiche delle nostre attuali varietà migliorate di sedano, e all’incirca nello stesso periodo. Intorno al 1600, i botanici italiani e svizzeri ne diedero le prime descrizioni. Cento anni dopo stava diventando comune in Europa, ma era poco conosciuto in Inghilterra. Non è mai diventato molto popolare in Inghilterra o negli Stati Uniti, ma è un ortaggio comune in tutta Europa.

Si pensava che il prezzemolo prevenisse l’intossicazione

Il prezzemolo (Petroselinum sativum) appartiene alla stessa famiglia del sedano e il suo nome latino rivela una relazione con l’antichissimo selinon greco menzionato sopra. Nel 4 ° e 3 ° secolo a. C. la parola greca significava sicuramente ” prezzemolo.”Il latino Petroselinum significa “prezzemolo di roccia”, riferendosi alla sua abitudine di crescere in luoghi rocciosi. La pianta è originaria della stessa area del sedano.

A differenza del sedano, il prezzemolo ha una lunga e definita storia antica come pianta alimentare. Era ben noto come condimento e contorno dagli antichi greci e romani, che lo usavano anche nelle ghirlande festive. Mangiarlo doveva scongiurare l’intossicazione!

Sia il tipo affollato, a foglie dense che il tipo a crescita aperta sono stati descritti da Teofrasto nel iv secolo 13 a.C. I tipi arricciati e semplici erano comuni ai Romani nel 1 ° secolo o prima e nell’Europa settentrionale nel 13 ° secolo.

Prezzemolo presumibilmente è stato introdotto in Inghilterra dalla Sardegna nel 1548. I coloni europei lo portarono in America nel 17 ° secolo.

Il prezzemolo, come il sedano, produce una forma “a radice di rapa”, comunemente chiamata prezzemolo di Amburgo, che viene utilizzata allo stesso modo del sedano rapa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.