Articles

Perché i gatti combattono con altri gatti?

Gatti che combattono Per i gatti, combattere è un comportamento naturale. Che si tratti di gatti da compagnia che hanno vissuto pacificamente insieme e ora ingaggiano battaglie in salotto o gatti di quartiere che proteggono il loro territorio, le lotte tra gatti sono inevitabili.

I gatti sono una specie incredibilmente territoriale e amano difendere quello che credono sia il loro territorio, tuttavia, i maschi tendono ad essere più territoriali delle femmine in quanto tendono a difendere aree di territorio più ampie.

Ci sono vari motivi per cui i gatti scelgono i combattimenti, ma se impari a leggere i segnali, puoi ridurre al minimo la possibilità che si verifichi una lotta tra gatti o riconoscere quando una lotta sta per scoppiare. È importante fare tutto il possibile per evitare che il tuo gatto combatta con gli altri: più gatti combattono, peggio diventa il problema. Quando si porta un nuovo gattino a casa, la socializzazione è fondamentale in quanto ciò impedirà l’aggressione in età avanzata. Se si ottiene coinvolti in una lotta gatto, allora è fondamentale che non si tira mai combattere i gatti a parte, o li schizzare con acqua o utilizzare un fischio per distrarli.

Comprendendo alcuni dei motivi per cui i gatti creano combattimenti, sei a metà strada per impedire loro di accadere.

Ormoni

Nei gatti maschi e femmine gli ormoni possono svolgere un ruolo enorme per l’aggressività nei gatti. I gatti maschi possono essere coinvolti nell’aggressione inter-gatto che si verifica più spesso quando un gatto raggiunge la maturità sociale tra i due ei quattro anni ed è un tipo di problema comportamentale. Questo tipo di aggressione può essere visto nei maschi in competizione per i compagni, tuttavia può anche essere correlato allo stato, correlato alla paura, correlato al gioco o può verificarsi quando si introduce un nuovo gatto nel loro territorio.

Scegliere il gatto giusto per una famiglia multicat e introdurre gradualmente un nuovo gatto in casa è fondamentale per prevenire l’aggressione tra gatti. Il modo migliore per affrontare questo comportamento è quello di spay/neutralizzare tutti i gatti come ormoni sessuali sono un fattore enorme in questo tipo di aggressione. I gatti femmine possono essere coinvolti nell’aggressione materna. Tutte le nuove madri possono essere protettive della loro prole e l’aggressione materna si verifica quando il gatto madre, noto anche come la regina, ei suoi gattini vengono avvicinati da persone o altri animali domestici che percepisce come una minaccia. La madre può essere molto protettiva dei suoi nuovi bambini soprattutto per i primi giorni dopo il parto, quindi è meglio stare lontano e gestire i gattini il meno possibile per questo tempo.

Qualsiasi cambiamento improvviso nel comportamento del gatto potrebbe essere un’indicazione di una condizione medica di base, quindi si consiglia di consultare il proprio veterinario se si è preoccupati.

Territorio

Poiché i gatti sono una specie molto territoriale, vedono il territorio molto diverso da come lo vedono i cani. I gatti associano i nuovi arrivati come intrusi o invasori, sia che si tratti di un nuovo compagno di gatto in casa o di un nuovo gatto nel quartiere.

I gatti sono creature profondamente esigenti e possono tollerare un gatto ma non un altro. Se vedono un certo gatto ogni giorno, allora probabilmente accetteranno e impareranno a tollerarli mentre si abituano ai loro odori e alla loro vista.

Se stai pensando di introdurre un nuovo gatto nella tua casa, questo può causare alcuni importanti combattimenti di gatti su entrambe le parti poiché i nuovi gatti devono stabilire il loro territorio e i gatti esistenti dovranno difendere il loro.

Anche se il territorio non si espande oltre il salotto i gatti maschi tendono ad essere più territoriali, quindi sarebbe una buona idea pensare a castrarlo prima che il suo nuovo compagno di giochi si unisca alla famiglia. Si dovrebbe ricordare di socializzare il vostro gattino fino a circa dodici settimane di età come questo può aiutare a evitare qualsiasi aggressione territorio man mano che invecchiano. Farli abituare a situazioni come visite dal veterinario, battipista o le strade locali li aiuterà quando stanno maturando.

Se sospetti che il tuo gatto sia territoriale, potresti notare che potrebbero impegnarsi in stalking mentre ringhiano o sibilano e fissano. Il comportamento territoriale può variare da sfregare il mento sugli oggetti intorno alla casa, graffiare i mobili o spruzzare la loro urina sui muri . Poiché i gatti sono particolarmente sensibili agli odori, se si sentono insicuri o minacciati useranno il loro profumo come la spruzzatura di urina o lo sfregamento del mento per mettere in guardia gli altri gatti.

Non devi mai punire il tuo gatto per il comportamento territoriale in quanto ciò può renderli più aggressivi.

Gelosia

Aggiungere alla tua covata di gatti può causare un’immensa quantità di gelosia nei tuoi gatti esistenti. La gelosia è più probabile in razze come il siamese come a loro piace essere intorno alla gente e vicino ai loro familiari.

Potresti pensare di fare meglio per il tuo gatto ottenendo loro un compagno di giochi e un compagno, ma possono vederlo come un’enorme minaccia o un rivale. Si consiglia sempre di tenerli separati in un primo momento e introdurli l’un l’altro gradualmente.

Assicurarsi sempre che ogni gatto ha le proprie cose come lettiera, ciotole e graffiare pali come questo eviterà il vostro gatto ottenere territoriale sopra i suoi effetti personali ed evitare inutili combattimenti.

Una volta introdotti l’uno all’altro e sistemati, puoi provare uno alla volta con ogni gatto per respingere qualsiasi timore che possano avere sul sentirsi lasciati fuori.

È importante tenere a mente che la sterilizzazione o la sterilizzazione del gatto riduce notevolmente qualsiasi tipo di aggressività e nei maschi può fermare la voglia di combattere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.