Articles

La NASA ha appena rivelato che un oceano su Encelado contiene gli elementi costitutivi della vita

Gli scienziati hanno appena trovato gli ingredienti più basilari per la vita che scoppiano da un oceano sulla luna di Saturno Encelado.

Una nuova analisi dei dati della NASA rivela la presenza di composti organici nei pennacchi di acqua liquida che sparano nello spazio dall’oceano sotto la crosta ghiacciata di Encelado.

Questi composti, che trasportano azoto e ossigeno, svolgono un ruolo chiave nella produzione di aminoacidi – molecole complesse che fungono da elementi costitutivi delle proteine. Senza proteine, la vita come la conosciamo sulla Terra non potrebbe esistere.

Gli scienziati hanno a lungo sospettato che l’oceano sotto la superficie di Encelado potesse ospitare gli ingredienti per la vita. I ricercatori avevano già rilevato altre molecole organiche provenienti dalla luna ghiacciata, ma questa è la prima volta che qualcuno le ha rilevate disciolte nell’acqua.

Questo è fondamentale, poiché significa che i composti potrebbero subire reazioni chimiche in acque profonde che producono aminoacidi.

Questi risultati sono stati pubblicati mercoledì sulla rivista Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.

“Questo lavoro mostra che l’oceano di Encelado ha mattoni reattivi in abbondanza, ed è un’altra luce verde nell’indagine sull’abitabilità di Encelado”, ha detto Frank Postberg, coautore dello studio, in un comunicato stampa.

Nelle bocche di mare profondo, questi composti potrebbero creare vita

Su Encelado, getti di acqua oceanica e ghiaccio sparano regolarmente nello spazio attraverso calde fessure nella crosta lunare.

Gli scienziati della NASA dietro il nuovo studio hanno analizzato i dati sulla composizione chimica di quei pennacchi e hanno trovato diversi nuovi composti organici, alcuni contenenti azoto e altri contenenti ossigeno.

Questi composti sono stati disciolti nell’acqua dell’oceano sotto la superficie di Encelado. Hanno poi evaporato con l’acqua di superficie, condensato e congelato nella crosta ghiacciata della luna, secondo lo studio. I pennacchi soffiarono i composti nello spazio, dove la navicella Cassini della NASA li percepì mentre volava nelle vicinanze.

I composti sono ancora un altro segno che Encelado potrebbe avere una propria versione di un processo che crea la vita sulla Terra.

Nel profondo degli oceani della Terra, l’acqua di mare si mescola con il magma che bolle attraverso le fessure del fondo dell’oceano. Quell’interazione produce prese d’aria idrotermali fumose che possono diventare calde come 700 gradi Fahrenheit (370 gradi Celsius).

Le bocche sputano acqua calda ricca di idrogeno, alimentando reazioni chimiche che trasformano i composti organici in amminoacidi. Questi amminoacidi possono quindi impilarsi l’uno sull’altro come Lego per formare proteine, che sono cruciali per replicare l’informazione genetica che crea la vita.

Questo processo consente alla vita di svilupparsi senza l’assistenza della luce solare. Questo è importante perché la superficie di ghiaccio di Encelado è altamente riflettente e invia quel poco di luce solare che la luna riceve nello spazio. Qualsiasi vita lì avrebbe dovuto svilupparsi al buio.

Gli scienziati ritengono che le potenziali bocche idrotermali nell’oceano sottomarino di Encelado potrebbero funzionare in modo simile a quelle sulla Terra.

“Se le condizioni sono giuste, queste molecole provenienti dall’oceano profondo di Encelado potrebbero essere sullo stesso percorso di reazione che vediamo qui sulla Terra”, ha detto Nozair Khawaja, che ha guidato il team di ricerca dietro l’ultima scoperta. “Non sappiamo ancora se gli amminoacidi siano necessari per la vita oltre la Terra, ma trovare le molecole che formano gli amminoacidi è un pezzo importante del puzzle.”

L’anno scorso, il team ha scoperto molecole organiche simili dagli stessi dati. Ma le molecole non erano solubili in acqua; i ricercatori ritengono di essersi seduti sulla superficie dell’oceano Encelado.

Tali composti dovrebbero dissolversi nell’acqua dell’oceano per interagire con le bocche idrotermali e produrre vita. Fino ad ora, gli scienziati non erano sicuri se i composti organici su Encelado lo facessero.

“Qui stiamo trovando blocchi organici più piccoli e solubili – potenziali precursori per aminoacidi e altri ingredienti necessari per la vita sulla Terra”, Jon Hillier, un altro coautore dello studio, ha detto nel comunicato.

Ulteriori informazioni sui dati Cassini della NASA

I dati utilizzati dagli scienziati per arrivare a entrambi questi risultati provenivano dalla missione Cassini della NASA. La sonda è stata lanciata nel 1997 e ha trascorso 13 anni ad esplorare Saturno e le sue lune.

Nel settembre 2017, la missione si è conclusa quando gli scienziati hanno intenzionalmente inviato la navicella spaziale precipitando su Saturno. Lo fecero per evitare di contaminare Encelado o Titano, un’altra luna vicina che poteva anche ospitare la vita, con microbi terreni.

Cassini scoprì che Encelado nasconde un oceano globale di acqua salata liquida sotto la sua superficie, e fotografò getti di quell’acqua che sparavano nello spazio. La sonda ha volato attraverso quei pennacchi e ha raccolto dati sulla loro composizione nel 2008.

Gli scienziati prevedono di continuare a studiare questo e altri dati raccolti da Cassini per i decenni a venire.

La NASA prevede inoltre di inviare una sonda sulla luna di Saturno Titano, che è un altro obiettivo primario nella ricerca di vita aliena a causa dei suoi abbondanti composti organici. Quella missione è destinata a lanciare un elicottero a propulsione nucleare chiamato Dragonfly verso Titano nel 2026.

La navicella dovrebbe arrivare su Titano nel 2034, quindi iniziare a cercare segni di vita.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Business Insider.

Altro da Business Insider:

  • 6 migliori porta bici per auto, con gancio di traino, il tronco, e il portapacchi
  • 27 libero UPenn corsi si può prendere online, tra cui la Wharton business classi
  • David Dobrik il podcast ha perso sponsor come il Miele e HelloFresh
  • Amazon driver di dire la pipì nelle bottiglie è un ‘disumano’ ancora comune in una parte del processo, nonostante la società negarlo, succede
  • 61 regali per il Papà che lui ti ama e utilizzare, elettrico apribottiglie a zaino, che raddoppia come un dispositivo di raffreddamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.