Articles

Guerrieri libero arbitrio grande consiglio: Classifica top 10 destinazioni

Toronto Raptors’ Serge Ibaka (9) prende un colpo contro i Golden State Warriors’ Kevon Looney (5) nel terzo quarto di gara 1 delle Finali NBA a Scotiabank Arena di Toronto giovedì, 30 Maggio 2019. (Nhat V. Meyer/Bay Area News Group)

Come ha recentemente riconosciuto il general manager Bob Myers, i Warriors devono aggiungere profondità a questa offseason se vogliono riprendersi da una deludente campagna 2019-20.

Golden State avrà l’eccezione di medio livello (del valore di million 5.7 milioni) e contratti minimi per firmare giocatori esperti in free agency, che inizia due giorni dopo il nov. 18 bozza. Anche se tutte le stelle come Anthony Davis e Brandon Ingram sono agenti tecnicamente liberi, ci si aspetta che si dimettano con la loro squadra attuale. Qualcuno come Wizards forward Davis Bertans sarebbe una bella misura, ma i Warriors dovrebbero firmare e scambiare per lui, il che non è probabile.

Quindi ecco uno sguardo ai migliori agenti liberi realistici disponibili per i Warriors questa offseason.

1. Danilo Gallinari, power forward, Oklahoma City Thunder

Uno degli attaccanti più consistenti della NBA, Gallinari ha recentemente lasciato intendere che è più interessato a giocare per un contendente che a firmare un contratto enorme. Se Gallinari, 32, è disposto a firmare per l’eccezione di medio livello, fornirebbe lunghezza (6-foot-10) e tiro (40.5% dalla gamma di 3 punti), e influenzerebbe notevolmente le possibilità di playoff dei Warriors. È facile proiettare una formazione di chiusura di Stephen Curry, Klay Thompson, Andrew Wiggins, Gallinari e Draymond Green.

2. Marc Gasol, centro, Toronto Raptors

Se Gasol, 35, decide di giocare un’altra stagione nella NBA, la sua esperienza e abilità sarebbe una preziosa aggiunta a una squadra in lizza. Anche se non è così dominante come quando ha vinto defensive player of the year nel 2013, è intelligente e, a 6 piedi-11, 255 sterline, è ancora una presenza di protezione del cerchio. La sua più grande abilità, tuttavia, è la sua capacità di passaggio e tiro a 3 punti. Ha una media di 3.3 assist a partita e ha sparato 38.5% da oltre l’arco la scorsa stagione. La sua taglia, tiro e passaggio sarebbe una misura naturale in Golden State.

3. Serge Ibaka, power forward / center, Toronto Raptors

Anche se non versatile come Gasol, Ibaka è un centro stretch prototipo che può spaziare il pavimento e proteggere il cerchio — “3-and-B” — due cose che i Warriors stanno cercando di aggiungere alla posizione. Mentre Toronto potrebbe offrire il 7-footer più soldi su un affare di un anno, i Warriors potrebbero invogliare Ibaka, 31, con un contratto di tre anni a eccezione di medio livello.

4. Jae Crowder, forward, Miami Heat

Una postseason di spicco dovrebbe essere pagata da Crowder. Come Toronto con Ibaka, è probabile che Miami offra a Crowder un accordo di un anno in modo che possa preservare lo spazio della pac in 2021. Se Crowder, 30, è alla ricerca di stabilità a lungo termine in una squadra di playoff, i Warriors potrebbero essere un punto di atterraggio. Un difensore robusto e striato sparatutto a 3 punti, Crowder può giocare sia in avanti spot e aiutare a sbloccare formazioni con verde al centro.

5. Paul Millsap, power forward, Denver Nuggets

I giorni più produttivi di Millsap sono alle spalle ma, a 35 anni, potrebbe ancora fornire esperienza e versatilità. Ha sparato tranquillamente 43.5% su 2.4 tentativi da 3 punti a partita la scorsa stagione, e può ancora rimbalzo e facilitare. Anche se a 6-foot-7 potrebbe essere leggermente sottodimensionato per giocare al centro, questo è meno un problema in campionato oggi. I Nuggets potrebbero non essere in grado di riportarlo indietro la prossima stagione, e i Warriors potrebbero fare peggio di Millsap con un accordo di un anno all’eccezione di medio livello.

6. Derrick Jones Jr., forward, Miami Heat

Jones colpisce un’agenzia libera a 23 anni offrendo difesa e rialzo. Un atleta d’élite che gioca più grande del suo 6-foot-6 elencato, usa la sua rapidità simile a un gatto e la sua capacità di saltare per coprire il terreno. La sua lunga apertura alare lo ha reso anche un’ancora dello schema di difesa a zona di Miami, qualcosa che altre squadre potrebbero cercare di emulare. Anche se ha sparato solo 28% dalla gamma di 3 punti la scorsa stagione, la sua solida percentuale di tiro libero suggerisce che alla fine potrebbe spaziare sul pavimento. È crudo, ma è tra le migliori opzioni a lungo termine sul mercato e potrebbe avere uno stipendio superiore a quello che i Warriors possono offrire.

CHICAGO, ILLINOIS-DICEMBRE 06: Kris Dunn #32 dei Chicago Bulls e Glenn Robinson III # 22 dei Golden State Warriors combattono per una palla allentata allo United Center il 06 dicembre 2019 a Chicago, Illinois. NOTA ALL’UTENTE: L’Utente riconosce e accetta espressamente che, scaricando e o utilizzando questa fotografia, l’Utente acconsente ai termini e alle condizioni del Contratto di licenza Getty Images.s. (Foto di Jonathan Daniel / Getty Images)

7. Kris Dunn, guardia, Chicago Bulls

I playmaker che possono difendere a livello d’élite sono rari, e Dunn è un difensore di tutto il calibro NBA che potrebbe prosperare giocando al fianco di provati gestori di palla e tiratori. Anche se il suo poligono di tiro è limitato, è un solido sparatutto a tiro libero e ha realizzato il 65% dei suoi colpi vicino al cerchio la scorsa stagione. È un agente libero limitato, ma potrebbe essere ottenibile dal momento che Chicago sembra impegnata a Coby White. Circondato dalle riprese dei Warriors, il 26enne Dunn avrebbe avuto spazio per arrivare al cerchio e migliorare immediatamente la difesa di Golden State nel punto di attacco.

8. Mason Plumlee, centro, Denver Nuggets

Sotto Steve Kerr, i Warriors hanno a lungo impiegato grandi centri di regia. Avendo una media di 2,5 assist in 17 minuti dalla panchina la scorsa stagione, il Plumlee 6-foot-11 si adatta allo stampo. Non è versatile come Gasol o Ibaka, ma sarebbe una facile opzione plug-and-play per Golden State all’eccezione di medio livello.

9. Nerlens Noel, centro, Oklahoma City Thunder

A differenza degli altri centri in questa lista, Noel è giovane e più di un giocatore situazionale. A 26 anni, è rigorosamente un rim-runner in attacco e un colpo-bloccante in difesa. Il suo valore ha oscillato nel corso degli anni, ma ha giocato bene per i Thunder la scorsa stagione. Se i Guerrieri colpiscono altre opzioni di centro, potrebbero fare peggio che aggiungere Noel al loro plotone di grandi uomini.

10. Meyers Leonard, center, Miami Heat

Se i Warriors cercano di aggiungere un distanziatore per pavimento alla zona frontale, Leonard è l’opzione migliore sul mercato. Ha sparato meglio di 40% da 3 punti in ciascuna delle ultime tre stagioni, e ha storicamente giocato bene contro Golden State. Anche se è rigido in difesa, Leonard almeno fornisce una parvenza di protezione del cerchio a 7 piedi. L’altro centro di spaziatura del pavimento che potrebbe essere avuto per meno del livello medio o il minimo è Aron Baynes. Leonard, 28, ottiene il vantaggio perché è cinque anni più giovane e uno sparatutto più coerente.

Altre opzioni: Milwaukee ala Wesley Matthews, Sacramento centro Alex Len, Orlando point guard Michael Carter-Williams, New Orleans guardia E’Twaun Moore, New York ala Maurice Harkless, Oklahoma City ala Andre Roberson, free agent playmaker Jeremy Lin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.